LUNA, CORPO, AMORE – Le trasformazioni dell’energia femminile attraverso il sangue e le emozioni

Sono veramente felice di poterti presentare un altro libro italiano incluso nella sezione ‘Medicina per l’Anima’, questo argomento così di nicchia in questa Italia occidentalizzata per bene.

Questo piccolo gioiello Made in Italy, è stato scritto da Cinzia Contarini ed edito da Anima Edizioni. L’autrice si dedica alla stesura di un testo che indaga in profondità la Donna, l’elemento acqua associato al femminile e tutte quelle che sono le emozioni e le ferite dell’anima dell’elemento Yin. Le stesse ferite che, se non curate, vengono portate avanti di generazione in generazione, più o meno inconsapevolmente (qui ti rimando al mio articolo Ciclicità della Vita dove ti accenno il discorso dei nodi karmici).

“L’UTERO PARLA CONTINUAMENTE DI EMOZIONI, DI AMORE, DI PERDITA, DI FORZA ED ENERGIA.”

Cinzia Contarini

‘Luna, Corpo, Amore’ è un testo di 208 pagine in tutto, che svela il mondo celato, ad oggi troppo spesso etichettato, del femminile. Questa ri-scoperta avviene coraggiosamente in una società come quella attuale, frenetica e nella quale si evince una struttura patriarcale, che ben poco spazio lascia a quelle che erano le divinità femminili.

Come lascia intuire il titolo stesso del libro, la componente femminile è fortemente legata alla Luna, ed ecco perché di conseguenza è legata anche all’acqua. Ma la Luna nel suo moto è ciclica, non lineare. Infatti, la Donna è ciclica nel suo vivere e pensare, mentre l’Uomo è, di fatto, lineare.

Ok, quindi c’è incompatibilità completa? No, altrimenti saremmo anche noi una specie partenogenetica. Non mi sembra sia così.

Quindi, il problema dov’è di preciso? Ebbene il problema risiede “molto semplicemente” nella frattura tra queste due parti, cioè il femminile ed il maschile, che invece dovrebbero trovarsi in un continuo equilibrio dinamico tra loro. La mancanza di questo equilibrio, che invece parrebbe essere esistito quando ancora si assisteva ad una società a struttura matriarcale, rappresenta la vera ferita della società che viviamo oggi.

Ma non solo, prima parlavo di frenesia, che non è una proprietà appartenente al tempo ciclico. Non a caso la frenesia impone ad una Donna il non poter rispettare i propri tempi, la propria ciclicità, il proprio fluire. Non a caso, siamo portate a vergognarci del nostro sangue, e lo nascondiamo con tampax e assorbenti vari. Non a caso, i dolori mestruali sono sempre più forti. E meno rispetto l’Uomo ha della ciclicità della Donna, più lei ne soffre.

“LA BIOLOGIA FEMMINILE E’ UNA GRANDE AMICA, IL CORPO SA SEMPRE COME FARCI STARE BENE E MIGLIORARE, BASTA FERMARSI AD ASCOLTARLO.”

Cinzia Contarini

L’autrice ben spiega questi concetti, e li approfondisce proprio nei primi due capitoli del libro, che rappresentano una corposa ed estesa in tutte le sue parti, introduzione ai cinque capitoli successivi, dove si entra un po’ più ‘con le mani in pasta‘ per così dire.

In questo numero di sette capitoli, numero che personalmente apprezzo moltissimo (come puoi capire anche leggendo l’articolo di benvenuto sul blog, e anche l’articolo sulla lettura Il Linguaggio delle Piante nelle Stelle!), l’autrice compie un lavoro ben preciso di studio a 360° dell’elemento femminile su più livelli. E, mentre compie un’analisi strato per strato, procede integrando deliziosamente bene tutte le nozioni in suo possesso, derivate dagli appassionati ed appassionanti studi intrapresi.

“LE SCOPERTE PIU’ MEMORABILI AVVENGONO QUANDO, NELLE COSE, CI ENTRIAMO DENTRO DI PERSONA E LE FACCIAMO NOSTRE DA SOLE.”

da AMRITA, di Banana Yosimoto

Un’analisi approfondita dell’energia e del suo moto all’interno del corpo della Donna. Non mancano indicazioni pratiche, come mantra per la meditazione, o i punti Ting della medicina cinese associati agli organi e, di conseguenza, alle emozioni. Punti che sarebbe opportuno andare a lavorare per rimediare a qualche blocco energetico, causa dell’impedimento a compiere una trasformazione.

Ma non mancano nemmeno i riferimenti agli Animali di Potere, al mondo delle Favole, che diventano squisite metafore di un qualcosa di più profondo. Ma non solo! L’autrice dedica, all’elemento acqua e all’importanza che riveste nella vita di una Donna, un ricco e interessante capitolo. Questo capitolo ne anticipa un altro, altrettanto stimolante, sulla relazione tra fisiologia ed energia fluida.

Ti ricordo che dopotutto siamo composti in media da un 60% di acqua, e se il nostro satellite è in grado di influire su enormi masse d’acqua come quelle oceaniche, non vedo perché noi dovremmo essere immuni a questo influsso! Non solo, questo movimento sia di materia (acqua) che di energia, è un moto che in fisica viene chiamato onda. Un’onda ha la caratteristica di ripetersi nel tempo e di essere potenzialmente infinita, con un continuo sali/scendi che altro non è, alla fine, che l’estensione di una circonferenza. Ed ecco che torniamo alla ciclicità.

Ma questa vita ciclica non riguarda SOLO la Donna, perché anche l’Uomo è composto in buona percentuale da acqua! Non solo, ti prego di notare che il maschile nella sua embriogenesi si forma all’interno di un Utero femminile. Ed in quello stesso posto in cui si sviluppa anche il femminile, l’organismo subisce le influenze delle acque materne, ed anche i più sottili influssi avranno poi un peso più o meno marcato negli sviluppi futuri di quella Vita che sta crescendo.

Ma allora perché consideriamo (erroneamente) solo la Donna?
Perché lei perde sangue ogni mese, lei ha il ciclo.

“L’UTERO ERA SIMBOLEGGIATO DAL VASO O CALDERONE, DOVE RIBOLLIVA LA MAGIA DEL FEMMINILE.”

Cinzia Contarini

Il libro procede con un sesto capitolo che ricongiunge il tutto, anche a livello storico, andando a rivisitare le antenate delle civiltà antiche in chiave epigenetica. Infine, un settimo capitolo conclude il libro ritornando alla Donna e alla sua sintonia con il ciclo lunare. L’autrice a questo punto parla di donna selvaggia, come donna connessa al suo sé interiore, al suo istinto femminile, perfettamente consapevole del suo potenziale ed interiormente equilibrata. (A tal proposito ti rimando anche alle citazioni di Emanuela Pacifici nel mio articolo sul plenilunio del 30.12.2020.)

Riassumendo: ‘Luna, Corpo, Amore’ è un libro perfetto nel numero di capitoli scelti, negli argomenti toccati e negli approfondimenti fatti, riesce a mettere bene in collegamento tra loro più discipline in una visione ad ampio raggio e chiara. Una chiarezza che è insita nel linguaggio stesso scelto dall’autrice, e che fa di questo prolifico e ben articolato libro, un libro perfetto per essere letto da TUTTI.

L’importanza del femminile e del suo equilibrio interiore arriva con un caloroso invito a fermarsi ed imparare ad ascoltarsi, per poter entrare in contatto con le proprie profondità ed individuare le proprie ferite, così da poterle curare. Una cura che non è la tipica pastiglia occidentale, ma è una cura profonda, una cura dell’Anima appunto. Questo argomento non da poco ci tengo a precisare, come l’autrice stessa scrive, è un argomento che può, ed anzi dovrebbe (!), esser considerato anche dagli uomini. D’altronde, l’equilibrio si fonda sulla perfetta unione di Yin e Yang, sull’armonica fusione di maschile e femminile.

Ecco allora che “Luna, Corpo, Amore” diventa un libro accessibile a tutti e per tutti, che ti consiglio veramente di leggere (e di far leggere!).

Per quanto riguarda l’autrice:

Cinzia Contarini

La descrizione che si trova nella quarte di copertina descrive questa Donna così: “Cinzia Contarini è psicologa clinica, psiconcologa, psicoterapeuta sistemico-relazionale, esperta di Medicina Cinese, di pratiche meditative e di tecniche trasformative attraverso il respiro, in particolare il Respiro Circolare. Presenta una eclettica formazione psicoterapeutica che le permette di integrare l’aspetto corporeo, emotivo, mentale e spirituale sull’assunto fondamentale dell’unità psichesoma. Specialista sui traumi ovvero sulle conseguenze che le esperienze traumatiche del passato portano nella vita delle persone. Operatrice EMDR. Insegna in studio e nei suoi seminari le pratiche cinesi “yang sheng” ovvero le pratiche per nutrire la vita, poiché alla base del suo lavoro c’è da sempre una grande attenzione per l’aspetto del Nutrimento fisico e spirituale e del Movimento Energetico. Tiene, da diversi anni, seminari inerenti al suo metodo Fingers Voice Style riguardanti la salute, la malattia e l’espansione della coscienza.” 

Oltre a questo però io ti consiglio caldamente di andare a farti un giro sul suo sito, e leggere la sua biografia completa, perchè ti assicuro che ne vale la pena! Una storia vissuta, piena di consapevolezza e descritta con umiltà. Ancora una volta mi trovo ad apprezzare un lessico, che è tale da portarti dentro la storia di vita di questa persona, come se tu fossi uno spettatore in prima fila.

Per concludere, ti ricordo che questa recensione è puramente personale, non sono editrice né critica, mi diletto solo nella lettura e nell’esprimere quello che penso. Sperando che questo libro possa incuriosirti, come ha incuriosito anche me all’inizio, ti lascio il link dove l’ho comprato io. Ma sai che puoi trovarlo anche qui e qui.

Vedrai che ti innamorerai di questo libro! Buona Lettura!

Enjoy the Journey!
Samsara

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: